RACCOLTE E CONTEST TERMINATI!

mercoledì 22 settembre 2010

UNA RICETTA COL SAPORE D'AUTUNNO

.. Anche se ormai è stagione di novello..




..vi propongo




una ricetta di casa mia..















Chissà se..


nelle altre regioni si fà questa sorta di dolce???


e se ha nomi diversi ???




Qui in Emilia si trova anche nei supermercati quasi tutto l'anno!!




si tratta di una sorta di budino preparato col mosto d'uva!!




infatti nel periodo di vendemmia,




e nella mia zona si vendemmia sopprattutto uva da Lambrusco e Malvasia..




( io avrei preferito che si vendemmiasse uva per Valpolicella o Muller T...


ma bisogna accontentarsi..)




e si può andare in una cantina e




acquistare alcuni litri di mosto d'uva,




.. a me solitamente me lo regalano !!




..lo si può trovare solo per un breve periodo..




perchè dopo viene lasciato fermentare per produrre il vino!!!!




..che è molto più redditizio!!




Comunque una volta che vi siete procurati il mosto..




e qui subentra la mia vena creativa..




potete anche complicarvi un po' la vita..




ottenendo il succo direttamente dall'uva..




così potrete anche scegliere l'uva che preferite!!!!!!




io adoro l'uva fragola,




e spesso lo faccio con questa!




ma è un lavoretto un pochino più lungo..




.. dovrete schiacciare gli acini e filtrarne il succo,




eliminando tuttttiiiii semini ..




ed eventualmente frullando una parte di bucce per lasciarlo più corposo,




poi il procedimento è il medesimo ..




Se partite dal mosto 2 cose importanti da ricordare :





  • il mosto è il succo d'uva che stà per diventare vino...


quindi tende a fermentare rapidamente..



per evitare che il contenitore in cui lo conservate..



diventi una bomba a mano...



non chiudetelo ermeticamente e



conservatelo in frigo ma non più di 2-3 giorni,



lo potete però congelare in bottiglie di plastica,



dopo averlo però fatto bollire..







  • la seconda cosa importante infatti è farlo bollire ..


per schiumarlo e togliere gli eventuali resti della 'pigiatura' dell'uva,



Una volta schiumato potete aggiungere:


ogni 1/2 l. di mosto circa 4 cucchiai di farina


1-2 cucchiai di zucchero (a me piace dolce.!.!)


attenzione però ..


non sul fuoco,


dovrete aggiungere la farina mischiata allo zucchero


setacciando con un colino


e mescolando velocemente con una frusta


per evitare che diventi tutto a grumi !!



il che è mooooolto facile..


ma niente paura..


a fine cottura..


una passata col minipimer e..


sparisce ogni grumo!!



Aggiunto il tutto rimettete sul fuoco,


sempre a fiamma bassa!!!!!


e mescolando!!!


altrimenti si attacca!!


Portate di nuovo ad ebollizione e


come una normale crema lasciate sobbolire almeno 10 minuti,


se dovesse risultare troppo liquida nonostante la prova piattino....


.. basterà prolungare ancora la cottura fin quando


non raggiunge le densità voluta ..


vi ricordo che raffreddando comunque s'addensa molto !!!


Distribuite il budino d'uva nelle ciotoline e lasciate raffreddare..


prima di papparvelo...


.. altrimenti..


potreste avere..


.. qualche effetto colaterale..


.. soprattutto riguardo il vostro intestino ..





















































2 commenti:

  1. oh..Molly^;^ che mi fai vedere..il mosto!!!!!che bel lavorone,cara,sei stata molto brava!!io sono abituata a togliere ad uno per uno i semini dell'uva,quando faccio la marmellata..:))da noi in Puglia,con il mosto,si fa il "vin cotto" di uva e quello piu' dolce,coi fchi...a Natale si usa bolito,per ricoprire i dolci tradizionali: "le cartellate e i sanacchiud";io l'ho usato anche nell'impasto di alcuni taralli dolci..e' squisito!!un bacione cara:-*

    RispondiElimina
  2. Ciao, passo da te per il blog hop del venerdì e anche perché mi farebbe un immenso piacere se partecipassi al mio nuovo contest a premi:

    http://ricette-golose-e-light.blogspot.com/2010/09/contest-premi-cibo-bizzarro-made-in.html

    RispondiElimina

COMMENTI: