RACCOLTE E CONTEST TERMINATI!

martedì 28 giugno 2011

MA' COS'EL IL KAKI-AGE??


un nome così ameno..
per una fritturina niente male...
per la sfida di giugno dell'Mt-chellenge!!!!!




La mia versione non ha nulla di orientaleggiante..
di fatto io sono amante del buon fritto di pesce più ch ein pastella..
di pesce fresco semplicemente infarinato e fritto..
poveri sapori di una tradizione antica..



Però per l'MT-Challenge questo ed altro!!
pur sempre però a modo mio...
ovvero..


Ingredienti:
- per 4 persone circa:
  • una manciata di ciuffi di calamaro
  • 200 gr di di code di gambero
  • 2 calamari
  • 1 cipolla tropea
  • solo la parte verde di una zucchina
  • latte
  • farina di semola di grano duro
  • farina 00
  • olio di girasole
-per la pastella super kaki:
  • 50 gr di farina di riso
  • 100 gr di farina con lievito
  • 180 gr di acqua frizzante gelida
  • un pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di olio evo
- per la salsa di accompagnamento a sorpresa:
  • 4 cucchiai di maionese
  • 1 cucchiaio abbondante di ketchup
  • tobasco
  • salsa worckester
  • sale e pep
  • cognac

    Procedimento:
    Pulite il pesce togliendo il guscio dalle code di gambero e
     incidendo il dorso eliminate anche l'intestino,
    lavate i calamari eliminate interiora e cartilagine e tagliate a fettine sottilissime.
    Mettete quindi tutto il pesce a bagno nel latte aggiungendo un pizzico di sale e pepe.
    Tagliate a julienne la zucchina 'pelandola'
    e a fettine sottilissime la cipolla e poi mettete a bagno nel latte entrambi gli ortaggi.
    Preparate la pastella impastando con una frusta le 2 farine con l'olio, una bella presa di sale,pepe e l'acqua gelata quanto basta per amalgamare il tutto,
    lasciate riposare in frigorifero almeno un'oretta.
     
    Preparate anche la salsina di accompagnamento:
    non è altro che una salsa coktail ottenuta mescolando insieme maionese,
    ketckup, qualche goccia di tobasco e di salsa worckester,
    sale e pepe e un goccio di cognac.
     
    Pronti per friggere:
    scolate per bene metà del pesce, passatelo nella farina e poi nella pastella,
    quindi nell'olio bollente,
    stessa cosa fate dopo aver esaurito il pesce con metà della cipolla e della zucchina.
    La metà restante del pesce e delle verdure invece passatele prima nella farina di semola mista a farina 00 e friggete subito nell'olio bollente.
    Scolate bene e servite mischiando le 2 frittue accompagnando con la salsa cocktail!!
     
    Vi sembrerà strano e solo complicato mischiare 2 tipi di frittura e quindi 2 sapori..
    ma questo accontenta i palati più esigenti..
    ovvero chi come me non si accontenta di un solo gusto
     
     
    perchè..
    tciu gust is megl che uan!!!


6 commenti:

  1. a me piace questa versione made in Italy!! :-P poi per quanto non amo friggere e il fritto, quello di pesce è sempre uno dei migliori!

    RispondiElimina
  2. hai unito le tradizioni italiana e giapponese con il tuo fritto!

    RispondiElimina
  3. Bella questa tua "contaminazione" italo nipponica! Buona giornata
    Dani

    RispondiElimina
  4. Grazie siete sempre carinissimi!!!

    RispondiElimina
  5. Il pesce è sempre principe nel fritto,sempre se fatto bene, e il tuo ha una "bella faccia". Piacere di conoserti, ciao Valentina

    RispondiElimina
  6. Datemi il pesce fritto (semplicemente infartnato) e conquisterò il mondo! Lo amo!

    E con questo commento ti informo anche che sei una delle vincitrici del mio contest! Complimenti! :)

    RispondiElimina

COMMENTI: